Ancora il fuso si fa sentire e ci svegliamo sempre all’alba! Pacific Grove è immersa nella nebbia più fitta che si può immaginare…! Siamo davvero straniti! Addirittura vi è pure una sorta di pioggerellina nebulizzata che cade e avvolge ogni cosa. Decidiamo quindi di variare il programma iniziale e di recarci all’Acquario di Monterey; in attesa dell’apertura passeggiamo in Cannery Road che una volta rappresentava il centro della lavorazione delle sardine. Ora invece tutto è chiuso e avvolto dalla nebbia! L’acquario è davvero meraviglioso: questa ineguagliabile struttura con le sue enormi vasche trasparenti fa sentire come ci si trovi realmente sotto il mare. Ammiriamo incredibili esemplari tra flora e fauna, in rappresentanza di più di 550 specie, gran parte delle quali native della California: meduse coloratissime, coralli e pesci dall’aspetto minaccioso o buffo; davvero uno spettacolo da non mancare! Usciamo e, per fortuna, la nebbia si è un po’ diradata. Saltiamo su Crazy e imbocchiamo la 17 Mile Drive, una strada panoramica con vedute mozzafiato che percorre la penisola di Monterey, congiungendo Pacific Grove e Pebble Beach: attraversiamo campi da golf, case lussuose e spiagge incontaminate. Ci sono numerose piazzole di parcheggio che ci consentono una sosta per scattare foto lungo il mare o tra i cipressi. L’accesso alla strada è a pagamento e questa cosa ci lascia un po’ perplessi, considerando che alla fine non rimaniamo così incantati da quanto vediamo se paragonato ai panorami (gratuiti) su Sunset Drive di Pacific Grove.

Mentre il tempo si riprende ed il sole inizia a fare capolino tra la nebbia raggiungiamo Carmel by the Sea, una delle cittadine gioiello della costa californiana. La spiaggia, compresa fra gli estremi di Point Lobos e Pebble Beach, è immensa e quasi abbagliante, così chiara e inondata di sole, e ci accoglie per un frugale pranzo, mentre la Missione che vistiamo da fuori è davvero molto bella. Lasciata Carmel ci immettiamo nella Cabrillo Highway che, superato Point Lobos, costeggia la costa; è sabato e il traffico è piuttosto sostenuto, soprattutto nelle aree di parcheggio e nelle spiagge. Raggiungiamo quindi un punto a noi caro, lo scenografico Bixby Creek Bridge, legato alla serie televisiva ‘Big Little Lies’ che ci ha accompagnato nell’inverno scorso e che si svolge proprio in questi luoghi. Abbiamo fortuna in quanto riusciamo ad ammirare il ponte con il sole, mentre nel giro di pochi minuti la nebbia cala e ricopre il tutto impedendo la vista di questo tratto di costa davvero stupendo.

E’ indubbio che la nebbia sia una costante sulla costa occidentale che stiamo percorrendo e ciò non è solamente legato alle prime ore della mattina; il vento sostenuto che arriva dal mare accumula la nebbia e la trattiene sulla costa creando questo fenomeno per buona parte della giornata. Ci domandiamo se siamo noi ad avere sfortuna o se semplicemente in questo periodo dell’anno è sempre così! Viste le condizioni climatiche, decidiamo quindi di girare Crazy e rientrare verso Monterey per visitare l’Old Fisherman’s Wharf che, come a San Francisco, è un mondo di negozi, locali e soprattutto è frequentato da numerose persone… bella atmosfera! Il sole ci accompagna poi alla riscoperta di Cannery Street che avevamo percorso al mattino nella nebbia, rilasciandoci certamente più sensazioni positive e regalandoci scorci sul mare davvero molto belli. Qui consumiamo la cena in un pub irlandese dove la Musla si prende una scaloppina gigante di calamaro, il Muslo, invece, una costoletta di maiale (pork chop) con verdure annesse; diciamo che nulla è particolarmente appagante, forse perché siamo piuttosto stanchi e quindi velocemente ci ritiriamo nel nostro confortevole hotel.

Itinerario: Pacific Grove – Monterey Bay Aquarium – 17 Miles Drive – Carmel by the Sea – Bixby Creek Bridge – Monterey – Pacific Grove (Km. 81)

Pernottamento: Monarch Resort