Seleziona Pagina

Hoga Kusten

Hoga Kusten

Al risveglio il primo sguardo è al cielo e purtroppo anche stamane lo troviamo grigio e con pioggia incombente; la tappa di oggi prevede un percorso breve e molto paesaggistico e quindi diciamo che i presupposti non sono dei migliori. Ci muoviamo dal nostro hotel abbastanza sul presto e ci dirigiamo verso sud, per esplorare la Hoga Kusten, un’area sul golfo di Bothnia patrimonio dell’Umanità UNESCO. Arrivati a Ornskoldsvik ci godiamo la discesa di alcuni atleti dal trampolino di salto con gli sci; ovviamente la pista è in materiale sintetico per il momento, aspettando il gelo dell’inverno.

Riprendiamo il percorso ed ecco che all’altezza di Ullanger ci dirigiamo verso est per raggiungere i paesini di pescatori sulla costa. Arrivati verso Omne e con un cielo che improvvisamente si è fatto un po’ più sereno decidiamo di mangiare qualcosa in riva ad un laghetto in un posto molto carino, come al solito organizzato con tavoli e panche in legno per le merende. In precedenza abbiamo acquistato pane fresco e formaggio locali e con questi ci cibiamo, aggiungendo un paio di dolcini di pasticceria. Il sole è caldo e l’aria è frizzante, si sta davvero bene! I tre paesi che visitiamo sulla costa – Norrfallsviken, Bonhamn e Barsta – sono molto simili tra loro e hanno in comune la tranquillità, la purezza dell’aria e i soliti cottage rossi e bianchi, tutti schierati su palafitte in riva al mare, ognuno con il loro attracco personale sotto casa. Tutta l’area della Hoga Kusten è molto verde, collinare e punteggiata di prati in cui pascolano placide mucche, pecore e cavalli. E’ uno spettacolo molto suggestivo della natura che sembra non avere nulla a che fare con il mondo esterno, davvero una pace infinita!

Dopo l’escursione rientriamo sulla E4, la dorsale est della Svezia, e scivoliamo velocemente verso Sundsvall dove questa volta pernottiamo in un hotel Ibis (poi passato alla catena Scandic), quindi in un contesto di tutta tranquillità. Prima di arrivarci, però, vogliamo fare una puntata veloce all’isola che sta di fronte a Sundsvall e che si chiama Alno; lì si trova una bellissima chiesa del XII secolo con dipinti su pareti e soffitto di notevole interesse. Diciamo che localizzarla ci porta via un bel po’ di tempo (d’altronde non è segnalata!) ma sia l’esterno che l’interno sono davvero pregevoli e quindi ne vale la pena. Dopo aver preso possesso della camera d’albergo facciamo un giro per la città che dimostra di avere un bel centro e delle vie piene di negozi e ristoranti. Optiamo per un locale che è vicino all’hotel dove ceniamo a base di antipasto all’italiana (tutto molto opinabile, compresa la spolverata di parmigiano su salame e prosciutto), carne e salmone e si sa già chi ha preso cosa…! Ma soprattutto ci concediamo un mezzo litro di vino rosso che ci apre l’animo e ci fa respirare aria di casa… già, oramai non manca molto!!

Itinerario: Umea (Svezia) – Hoga Kusten (Svezia) – Sundsvall (Svezia) (Km. 264)

Pernottamento: Hotel Ibis Sundsvall-City (bello!)