Seleziona Pagina

Mar Morto

Mar Morto

Oggi decidiamo di trascorrere l’intera giornata all’interno del nostro resort, anche perché il tempo è buono ed il cielo, pur essendo un po’ velato, ci regala una bella mattinata; anche la temperatura è più alta di ieri e quindi aumenta la voglia di goderci un po’ di sole. Dopo un’abbondante e ricca colazione passiamo la mattinata pigramente in piscina e poi verso l’ora di pranzo scendiamo in spiaggia per farci un bel bagno nelle acque del Mar Morto. E’ davvero un piacere rimanere a galleggiare oziosamente sul pelo dell’acqua mentre il corpo si riposa e gode di questo benessere…! La caratteristica del Mar Morto, infatti, chiamato letteralmente Mare di Sale, è che si galleggia in modo naturale, senza fare alcun movimento, perché è talmente pieno di sale che per stare a galla non serve neanche nuotare. In un litro d’acqua ci sono 365 grammi di sale, contro i 35 presenti mediamente nell’acqua degli oceani.

Nel pomeriggio il cielo si rannuvola leggermente e quindi, complice la necessità di trovare un distributore di benzina, abbandoniamo il resort per farci un giro verso nord, risalendo la costa del Mar Morto fino quasi al confine israeliano. Lungo il percorso notiamo a lato strada innumerevoli venditori di frutta che espongono le proprie mercanzie con maestria, dando luogo a punti di colore molto attraenti e accattivanti; questa zona è molto verde e le colture di frutta e verdura sono davvero abbondanti. Arrivati al bivio per Betania ci lasciamo prendere dalla curiosità ed imbocchiamo la strada che raggiunge il sito noto per essere il luogo del battesimo di Cristo; purtroppo l’ora è tarda e non abbiamo quindi possibilità di entrare.

Sulla strada del ritorno decidiamo di ammirare il tramonto da una posizione suggestiva che si trova sulla strada che porta al Dead Sea Museum, verso l’interno, ad un’altezza di circa 600 metri e quindi con un dislivello di quasi mille metri dal Mar Morto; il colpo d’occhio spazia fino ai monti della Giudea che si trovano di fronte a noi e sulla vastità del mare! Purtroppo la sporcizia che regna intorno crea un contrasto molto forte con la bellezza del luogo. Riscendiamo quindi sulla strada costiera e prima di rientrare al resort facciamo visita ad un piccolo centro commerciale che in realtà si dimostra poca cosa, avendo pochissimi negozi di non grande interesse e con prezzi esorbitanti. La serata è mite e passeggiare per il resort rilascia una tranquillità ed un benessere davvero grandi; per la cena ci rechiamo da ‘Bacchus’, ristorante italiano all’interno dell’hotel, dove mangiamo una pizza colossale e dobbiamo dire anche squisita! Tra l’altro assaggiamo anche l’unica birra artigianale locale, anche questa di qualità.

Pernottamento: Hilton Dead Sea Resort & Spa