Seleziona Pagina

Monte Sette Termini

Monte Sette Termini

In futuro, si spera (!), ricorderemo queste settimane come le più strane e sconvolgenti della nostra vita a causa dell’emergenza coronavirus. Un limbo, in cui il tempo sembra sospeso e le giornate sono scandite da colazione, smart working, pranzo, smart working, passeggiate in giardino, cena e serie tv con un’occhiata alle ultime news che aggiornano il bollettino di guerra di infettati e vittime.

Prima che il Governo prenda provvedimenti ancora più stringenti (cosa che poi è avvenuta qualche giorno dopo), approfittiamo di una bellissima giornata, limpida e assolata, per conquistare un’altra cima nei dintorni di casa: il Monte Sette Termini (972 m), che divide la Val Marchirolo dalla Valganna.

Arriviamo in auto Montegrino Valtravaglia, lungo una strada tutta a curve che già ci regala stupendi scorci sul Lago Maggiore e ci fermiamo al Laghetto Bolle (593 m). Da qui proseguiamo a piedi lungo la strada asfaltata per poi deviare dopo poco più di 500 metri verso sinistra, lungo la mulattiera del sentiero 413, ignorando la deviazione diretta verso la vetta e proseguendo in piano nel bosco. Sono visibili numerosi resti della Linea Cadorna e, dopo poco, fa capolino anche la neve che diventerà sempre più alta e compatta fino a raggiungere circa 40 centimetri! Raggiungiamo l’Alpe del Campogino (665 m) che si apre su un bel panorama del lago e quindi proseguiamo in salita, attraversando di tanto in tanto i tornanti della strada asfaltata. Vorremmo imboccare il sentiero 425 ma le segnalazioni sono scarse e quindi ci troviamo a percorrere il sentiero 214 (adatto anche alle mountain bike). Per soddisfazione raggiungiamo le coordinate GPS della cima, anche se in realtà non vi è alcun cartello e la vista è coperta dai numerosi alberi: in realtà il punto più panoramico si trova nei pressi di una torretta, proprio in mezzo ai prati della montagna, circondati da bellissime betulle (da qui il nome “Bedoloni”). La vista è impagabile, grazie anche al paesaggio innevato e al Monte Rosa che domina il blu intenso del Lago Maggiore. Dopo un breve spuntino, scendiamo raggiungendo la strada attraverso un comodo sentiero, per poi percorrerla lungo i circa 5 km che ci separano dal laghetto. Davvero un’escursione da ripetere!

Traccia Trekking:

Scarica