Seleziona Pagina

Lungo una sterrata del Savonese

Lungo una sterrata del Savonese

La giornata si preannuncia calda, sotto tutti i punti di vista, dal momento che è la prima domenica di bel tempo dopo mesi e quindi sembra che tutta la popolazione del Nord-Ovest sia discesa in massa sulla costa ligure. Pazzesco! Tentiamo di trovare un parcheggio per visitare il paese di Noli ma è un’impresa che, già di prima mattina, si dimostra ardua; le spiagge prese d’assalto ci convincono a virare nell’entroterra e con calma dirigerci verso Milano, optando però per digressioni per le colline circostanti piuttosto che imboccare subito l’autostrada. L’idea è quella di portarci verso Ovada e da lì ricollegarci all’autostrada.

Guidati dal nostro atlante stradale che indica una strada (certo non principale ma pur ben segnata) che si inerpica verso Nord, iniziamo a percorrerla; peccato, però, che dopo una decina di chilometri di tornanti e strettoie ci ritroviamo in zona ‘Le Tagliate’, una sorta di grande pineta con parchi da merende, in cui la striscia d’asfalto si interrompe per lasciare spazio a una sterrata dall’aspetto assai poco rassicurante. Chiediamo lumi a una guardia forestale che incrociamo nel pianoro e questa ci invita a proseguire, chiarendo che la strada può essere percorsa anche dalla nostra macchina che certo non è una jeep. Beh, è una visione davvero ottimista! Percorriamo per circa un’ora un ombroso sentiero tutto buche e saliscendi, rischiando spesso la coppa dell’olio!!! Ok in Grecia o nei deserti americani… ma è possibile ritrovarsi persi e isolati su una strada sterrata nel Savonese?! Solo i Musli! Per fortuna la nostra auto non risente del fondo sconnesso, anche per la bravura del Muslo nel condurla.

I nostri sforzi sono comunque premiati in quanto giungiamo al paesino di Pontinvrea e di molto affamati ci precipitiamo in un ristorantino dall’aspetto convincente, che ci offrirà uno dei pranzi più squisiti mai consumati! Sotto il fresco berceau del ristorante ‘Fiume’, gustiamo un indimenticabile assortimento di formaggi pregiati con confetture fatte in casa: di particolare menzione è un formaggio portoghese che, data la cremosità del suo cuore, addirittura si mangia al cucchiaio! Delizia infinita per i Musli che sono grandi estimatori di caci! Seguono poi funghi fritti, anche questi davvero gustosi e l’immancabile dolce. Cosa volere di più in un’assolata domenica in cui tutti si affollano sulle spiagge se non godere del silenzio della campagna gustando ottimi cibi? E cosa di meglio se non arrivare a casa sul presto evitando code e imbottigliamenti sulle strade?? A volte bisogna avere la capacità di rinunciare a mezza giornata di mare per una sana igiene mentale!!

Itinerario: Finale Ligure – Noli – Le Tagliate – Pontinvrea – Milano (Km. 218)