Seleziona Pagina

Jurassic Coast – secondo giorno

Jurassic Coast – secondo giorno

Oggi è una giornata a dir poco fantastica e di buon mattina ci dirigiamo a Est verso Worth Matravers da dove parte il nostro trekking di 9,2 km tra pascoli e sentieri a picco sulle cliffs. Se possibile oggi i colori sono ancora più vivi e l’atmosfera davvero magica: siamo sul South West Path di una delle più belle coste del mondo, la Jurassic Coast, Patrimonio dell’Umanità dal 2001; il sentiero è ben segnalato e, lungo oltre 1.000 km, percorre le coste di tutto il Sud-Ovest inglese, partendo dal Devon, attraversando la Cornovaglia per poi terminare proprio nel Dorset… che avventura pensare di farlo tutto! Godiamo dei panorami dell’ Isle of Purbeck (a dispetto del nome, si tratta di una penisola!) che tanto ci eravamo immaginati: verdi declivi che, più o meno dolcemente, terminano su bianche scogliere che si tuffano nel blu del canale della Manica: davvero un sogno! Pranziamo velocemente seduti in un prato, davanti allo spettacolare profilo di questa costa presso St Aldhelm’s Chapel per poi affrontare la ripida discesa e altrettanto spettacolare scalinata che ci porta verso la cala di Chapman’s Pool, tra balle di fieno, paesaggi bucolici e calme baie marine.

Map_Bristol 3Ormai, come si suole dire, ‘abbiamo la gamba’ e quindi raggiungiamo senza problemi e ancora freschi il paese di Worth Matravers (che Sue ci ha detto essere un posto molto ricercato e con proprietà dai prezzi esorbitanti), inizio e termine della nostra passeggiata. Non possiamo però esimerci dal passare nel minuscolo ma famosissimo pub ‘The Square and Compass’ dove vi è in atto un concerto di musica folk a cui assistono molte persone, accompagnate dalle immancabili pinte di birra: per mantenere lucidità, noi optiamo per un dissetante mezzo litro di Coca Cola!

Riprendiamo la nostra Polo per raggiungere il paese di Corfe Castle, famoso per il castello omonimo, le cui rovine si stagliano su una collina del villaggio; anche qui l’atmosfera è rilassata e vacanziera, il sole bacia le numerose persone che passeggiano tra le curatissime case in pietra di questo delizioso borgo: è una di quelle situazioni in cui non puoi non dire che la vita è qualcosa di meraviglioso! Il sole è caldo, il clima perfetto, noi siamo stanchi di quella piacevole fatica che, invece che darti malessere ti fa sentire soddisfatto dello sforzo fisico appena compiuto, e circondati da persone felici e serene: davvero al topo come qualità di vita! Ci premiamo con una merenda a base di dolci sfoglie ripiene di marmellata!!

Risaliamo in macchina per presentarci all’appuntamento mancato di ieri con Durdle Door: questa volta la Musla è ben disposta, ben equipaggiata per affrontare il caldo della camminata e desiderosa di scattare foto a questa spettacolare parte di costa inglese! Qui, come ieri, l’affollamento di gente è massiccio: alcune persone sono in acqua, altre si godono semplicemente il calore del sole: sembra di stare in una spiaggia del Mediterraneo! In effetti il Dorset è considerato un po’ come la nostra Riviera, dal momento che è baciato da un clima insolitamente mite per la terra anglosassone, grazie all’effetto della corrente del golfo. Terminiamo questa stupenda giornata seduti a un tavolino all’aperto del Sailor Return di East Chaldon: immancabili due pinte, antipasto di brie grigliato, garlic bread, hummus e olive, medaglione di carne per il Muslo e veggie burger per la Musla. Ad allietarci musica dal vivo: cosa volere di più?! Il calare della sera ci accompagna verso l’ultima notte da trascorrere da Sue.. ci dispiace non poco!

Itinerario: Winfrith Newburgh – Worth Matravers (trekking 9.2 km.) – Corfe Castle – Durdle Door – Winfrith Newburgh (Km. 58)

Pernottamento: The Glebe House (dolce B&B immerso nella campagna!) a Winfrith Newburgh