Seleziona Pagina

Costa da Deba a Bilbao

Costa da Deba a Bilbao

Oggi è il giorno del grande spostamento lungo la costa alla volta di Bilbao: dopo aver salutato persone e animali della Casa Rural, ci dirigiamo verso il mare e da Deba incominciamo a seguire la strada costiera verso ovest che regala spettacolari viste sulla costa e sulle ampie spiagge sabbiose che si incontrano di volta in volta. Nonostante la guida più che buona del Muslo, l’equipaggio soffre non poco i tornanti della strada e quindi spesso ci si ferma ad osservare da qualche mirador il paesaggio davvero splendido! Di grandiosità impressionante è sicuramente Playa Laida all’estremità dell’estuario del fiume Oka che ci obbliga a scendere e quindi risalire lungo il fiordo che questo crea, quasi come fossimo in Norvegia!

Map_Paesi Baschi3 La strada continua ad essere tutta a curve e la combriccola ne risente pesantemente e soffre di un mal d’auto diffuso: è ora quindi di fare due passi, prendere una boccata d’aria e soprattutto… pranzare! Ci fermiamo nel grazioso paese di Bermeo, se non altro perché fa rima con Romeo, e qui, dopo una passeggiata lungo il bel porticciolo, ci fermiamo per qualche pintxo (panini al tonno e acciughe, tortilla di patate etc.). Ritemprati dal cibo e dal calimocho (bevanda composta da metà vino rosso e metà cola) di cui Lara sembra non riuscire più a fare a meno, siamo ora pronti per lo sforzo fisico che consente il raggiungimento di San Juan de Gaztelugatxe! Si tratta di un piccolo isolotto che ricorda vagamente Mont Saint-Michel alla cui sommità vi è una chiesetta che richiede un certo impegno per essere conquistata: ben 231 scalini a strapiombo sull’oceano e una ripida salita per far ritorno al parcheggio. Nonostante la temperatura fresca, sudiamo e fatichiamo: ci immaginiamo come deve essere d’estate! Lo sforzo vale davvero la pena: scattiamo foto a ripetizione a questo posto meraviglioso, tanto più che finalmente è uscito il sole e il cielo è di un azzurro splendente!

Risaliamo in macchina e, dopo una breve sosta alla bella spiaggia di Sopela, arriviamo finalmente a Bilbao, cotti dal sole e stanchi dallo spostamento di 150 chilometri interamente su strade statali. Una breve sosta nel nostro confortevole e moderno hotel situato in zona centrale della città e subito ancora in pista ad assaggiare l’atmosfera di Bilbao: nonostante i nostri preconcetti (ci immaginavamo una città industriale, rumorosa e un po’ decadente), la prima impressione è davvero positiva; tranquillità e silenzio per le strade ordinate e pulite, palazzi molto curati, tanto verde e architetture d’avanguardia a segnare il paesaggio urbano, su tutti la Torre Iberdrola di Cesar Pelli (lo stesso architetto, per intenderci, della Torre Unicredit di Milano), il famosissimo Museo Guggenheim – che merita poi un discorso a parte – e il Ponte de la Salve. Consigliati dal gentilissimo receptionist dell’hotel, ceniamo al ‘Restaurante Batzoki de Abando’: è un ristorante elegante e, visto che è l’ultima sera, decidiamo di coccolarci un po’: gustosi piatti di pesce per la Musla, risotto e carne per il resto della compagnia e due bottiglie di tinto basco. Per finire un raffinato e delizioso Armagnac per gli uomini e… Zapaca per la Musla! Non poteva esserci finale più degno!

Itinerario: Lastur – Playa Laida – Bermeo – San Juan de Gaztelugatxe – Sopela – Bilbao (Km. 150)

Pernottamento: Bilbao City Rooms (bell’hotel moderno, pulito e in posizione centrale)