Seleziona Pagina

Golfo di Salonicco

Golfo di Salonicco

Oggi ci spostiamo verso l’ultima tappa di questo viaggio: dormiremo ad Agia Triada, poco lontano dall’aeroporto di Salonicco dove domattina presto abbiamo il volo di rientro. Visitiamo brevemente la città di Salonicco: sinceramente non ci dice un granché… è un agglomerato urbano moderno, un po’ decadente e sporco che, a parte il lungomare, offre poche cose degne di nota: su tutte la Torre Bianca, considerata il simbolo della città e la Basilica di Santa Sofia, di origine paleocristiana e dalla forma circolare simile al nostro Pantheon, che presenta antichissimi mosaici e iscrizioni del periodo ottomano. Giungiamo quindi ad Agia Triada giusto in tempo per gustare un’insalata greca e un yaourti me meli nel bar del nostro hotel (sistemazione semplice ma pulita e soprattutto direttamente sulla spiaggia): non ci resta che rilassarci sui lettini in spiaggia e fare numerosi bagni nell’acqua cristallina e calmissima del Golfo di Salonicco.

Ceniamo quindi sulla sabbia della ‘Taverna Andreas’ a base di pesce e carne (è ormai semplice capire gli abbinamenti tra noi quattro!) mentre si scatena un fortissimo temporale (non avevamo mai visto piovere in Grecia!) che ci obbliga a cercare riparo all’interno del locale: che spettacolo i fulmini che illuminano il golfo!

Una vacanza breve ma ricca di fascino, soprattutto la scoperta di queste meraviglie che sono le Meteore, con i loro incredibili monasteri arroccati a strapiombo a contatto tra cielo e terra. Abbiamo come sempre avvertito quel benessere che rilascia la Grecia, con i suoi abitanti, i suoi cibi e il suo mare… ritornarci è stato bello, pensare di ritornarci ancora altrettanto bello!!  Efkaristo!

Itinerario: Koutsoupia – Salonicco – Agia Triada (Km. 222)

Pernottamento: Almira Hotel (direttamente sulla spiaggia!)